Pavel Pepperstein

 

A History of Futuristic Allucinations

 

17 Novembre, 2016 - 13 Gennaio, 2017

 

Inaugurazione 16 Novembre, ore 18.30 - 21.00

 

Galerie Iragui come ospite di SPAZI22, VialSabotin22Milano

 

 

In questa serie di lavori, vari personaggi del passato (santi, schiavi, uomini di Neanderthal, antichi senatori romani, asceti indiani e buddisti, donne altolocate del XIX secolo, generali delle colonie britanniche, cosmologi russi , prostitute, monaci, re e così via) vengono raffigurati in momenti inquietanti della loro vita in cui una visione di un futuro lontano si apre davanti a loro. 

In questo modo la serie di lavori presentati in mostra è dedicata a collegamenti fra diverse epoche, tra date del passato e del futuro - relazioni che si servono delle potenzialità allucinatorie della coscienza umana. 

 

Le immagini del futuro nascono all’improvviso, nessuno se le aspetta e nessuno ne ha essenzialmente bisogno ma si inseriscono precisamente nella struttura estetica della vita quotidiana, apportando elementi di altri codici estetici. 

Davanti ai nostri occhi i linguaggi simbolici che sono stati in parte dimenticati e quelli che non siamo più in grado di comprendere, si intrecciano a linguaggi di cui non sappiamo nulla e di cui possiamo avere solo unpresagio. Un essere supremo o una conchiglia che emerge dalla profondità dell’oceano, possono essere entrambi un mezzo che permette l’unione e la comunicazione del passato e del futuro alle spalle del momento presente, che è troppo incantato da se stesso. 

 

 

Pavel Pepperstein 

31.01.2016 

Galleria

 

 

 

Pepperstein2

Pepperstein1

Pepperstein3

Pavel Pepperstein 

 

"A History of Futuristic Allocinations"

 

Installation views at SPAZIO 22

 

Courtesy the artist and Galerie Iragui

 

Photo-credit: Antonio Maniscalco